La mia Wishlist
Account vacanziere

Legislazione nell'ambito dell'affitto turistico

Affitto per vacanze

Tutti i forum sulle case vacanza > Legislazione nell'ambito dell'affitto turistico > Affitto per vacanze

Affitto per vacanze

Affitto per vacanze
da Gianluca
il 06/09/2012 a 09:53:39
Rispondere | Rispondere e citare
Sono un privato e vorrei inziare ad affittare la mia casa per brevi periodi (1/2 settimane), ad italiani e stranieri.
Cosa fare per essere in regola con la nomativa? Quali obblighi? (contratti, denuncia,ecc.)
Re: Affitto per vacanze
da Alby
il 11/09/2012 a 11:13:36
Rispondere | Rispondere e citare
Se i tuoi contratti sono inferiori ai 30 gg hai poco da fare.

Non c'è l'obbligo di denuncia alle autorità, nè di registrazione del contratto (anche se è sempre meglio fare un contrattino d'affitto x tutelarsi).

Ti resta solo quindi di pagare le tasse sui redditi! :-)
Re: Affitto per vacanze
da Manuela
il 04/10/2012 a 17:40:21
Rispondere | Rispondere e citare
C'è obbligo di denuncia alla polizia di ogni ospite


Attenzione: Si raccomanda l'osservanza dell'art.3 comma 4 del DM 11/12/2000 che prevede l'obbligo della tempestiva comunicazione alla Questura di qualsiasi impedimento, anche solo di natura tecnica, che non consenta la trasmissione dei dati.
Re: Affitto per vacanze
da armando
il 24/03/2013 a 11:05:33
Rispondere | Rispondere e citare
posssibile che in italia non c'è mai nulla di chiaro?
Se affitto il mio appartamento per due settimane, è sufficiente sottoscrivere il contratto di affitto(non registrato perrchè di durata inferiore a 30 gg) ?
Devo comunicare i dati alla questura?
devo usare il modulo di cessione fabbricato?
Non devo fare nulla se gli ospiti sono UE?
Non ho ancora una risposta certa!
Re: Affitto per vacanze
da Marco
il 09/07/2013 a 11:30:22
Rispondere | Rispondere e citare
io qualche info l'ho trovata qui... poi mi sono comunque rivolto al mio comune http://www.alfredocapurso.it/2012/05/truismo/case-vacanze-e-appartamenti-cambia-la-normativa/
Re: Affitto per vacanze
da Massimo
il 11/07/2013 a 12:14:45
Rispondere | Rispondere e citare
Un recentissimo articolo sul Sole 24ore ci illumina un po'...

http://www.casa24.ilsole24ore.com/art/condominio/2013-07-03/falsita-annuncio-casavacanza-contratto-164447.php
Re: Affitto per vacanze
da laura
il 27/08/2013 a 15:46:59
Rispondere | Rispondere e citare
Scusami, ma l'obbligo è solo per soggiorni superiori a 30 giorni anche spezzettati nell'arco dell'anno. Ma molti non sanno che se ospiti chicchesia anche a titolo gratuito che normalmente risiede a vattelapesca per più di 30 gg devi dichiararlo lo stesso!
Re: Affitto per vacanze
da Avv. Silvana Emili
il 27/09/2013 a 14:46:36
Rispondere | Rispondere e citare
Anch'Io Utilizzo Mediavacanze per affittare un mio appartamento.
Posso darvi queste precisissime indicazioni per essere in regola e non incorrere in sanzioni di sorta:
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati indicando i mesi in cui si vuole fare l'affitto turistico ( non si possono superare 6 mesi dopo diventa professione...: affittacamere etc.. e ci vuole la P.Iva)
-2) con la dichiarazione del Comune in copia andare alla Questura ed effettuare all'Ufficio alloggiati la registrazione in quanto obbligatoria la comunicazione delle persone presenti, va fatta in via telematica e vi daranno una password specifica ( vale per 1 anno poi va rifatta)
-3) ritirare presso l'Ufficio I.A.T. ( quello del turismo) della vostra città le apposite schedine per la dichiarazione degli alloggiati alla Regione ai fini statistici( la macata osservanza comporta in caso di accertamento sanzioni..)
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€
-6) i redditi da locazione turistica vanno inclusi nella dichiarazione dei redditi e documentati con il contratto e le ricevute...
questo e quanto
Cordialmente Avv. Silvana Emili
Re: Affitto per vacanze
da Alice Carignani
il 24/11/2013 a 12:32:01
Rispondere | Rispondere e citare
Buongiorno, Le Sue informazioni sono chiarissime e molto utili.
Avrei bisogno solo di un chiarimento:
quando parla di Comune e Questura, si riferisce al luogo dell'immobile in affitto e non di residenza. Vero?
La ringrazio.
Alice Carignani
Re: Affitto per vacanze
da Carignani Alice
il 24/11/2013 a 12:36:52
Rispondere | Rispondere e citare
Alice Carignani ha scritto :

Buongiorno, Le Sue informazioni sono chiarissime e molto utili.
Avrei bisogno solo di un chiarimento:
quando parla di Comune e Questura, si riferisce al luogo dell'immobile in affitto e non di residenza. Vero?
La ringrazio.
Alice Carignani


Buongiorno di nuovo,
il mio messaggio è indirizzato all'Avv. Emili.
Buonagiornata,
Alice Carignani
Re: Affitto per vacanze
da Avv.silvana Emili
il 25/11/2013 a 09:57:41
Rispondere | Rispondere e citare
Il Comune è quello dove si trova l'immobile e la Questura quella della provincia di competenza, detti così questi incombenti sembrano complicati invece una volta iniziato è semplice in alternativa se si vuole affittare tutto l'anno si può chiedere l'autorizzazione per il B&B ( no P.Iva) ma tecnicamente occorre risiedere nell'immobile e gli adempimenti sono gli stessi
Cordialmente
Avv.Silvana Emili
Re: Affitto per vacanze
da Roberto Petruzzi
il 28/04/2014 a 15:24:14
Rispondere | Rispondere e citare
Avv. Silvana Emili ha scritto :

Anch'Io Utilizzo Mediavacanze per affittare un mio appartamento.
Posso darvi queste precisissime indicazioni per essere in regola e non incorrere in sanzioni di sorta:
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati indicando i mesi in cui si vuole fare l'affitto turistico ( non si possono superare 6 mesi dopo diventa professione...: affittacamere etc.. e ci vuole la P.Iva)
-2) con la dichiarazione del Comune in copia andare alla Questura ed effettuare all'Ufficio alloggiati la registrazione in quanto obbligatoria la comunicazione delle persone presenti, va fatta in via telematica e vi daranno una password specifica ( vale per 1 anno poi va rifatta)
-3) ritirare presso l'Ufficio I.A.T. ( quello del turismo) della vostra città le apposite schedine per la dichiarazione degli alloggiati alla Regione ai fini statistici( la macata osservanza comporta in caso di accertamento sanzioni..)
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€
-6) i redditi da locazione turistica vanno inclusi nella dichiarazione dei redditi e documentati con il contratto e le ricevute...
questo e quanto
Cordialmente Avv. Silvana Emili


Buona sera avv.to, leggo la sua precisa risposta e quindi questa mattina mi sono mosso con le sue indicazioni. Premetto che ho una casa di proprietà che vorrei destinare in questi mesi estivi ad uso affitto turistico per brevi durate. Mi son oscontrato con il mi ocomune che non ha la minima idea di cosa devo presentare e quindi mi trovo fermo nell'impossibilità di procedere con la questura. Le chiedo gentilemnte se può mandarmi lesempio della sua richiesta al comune e una indicazione del ufficio preposto, tenga presente che questa mattina sono arrivati ad indicarmi l'ufficio del protocollo.
Nell'attesa di un suo gradito riscontro ringrazio per la sintetica esposizione della problematica.
R.Petruzzi
Re: Affitto per vacanze
da Avv..emili
il 28/04/2014 a 16:23:59
Rispondere | Rispondere e citare
Guardi in questo momento sono fuori posso solo dirle che presso il Comune l'Ufficio preposto generalmente e' quello del turismo maggiori indicazioni gliele può' dare direttamente anche la Questura, al Protocollo si va dopo per consegnare il modulo appena rientro le farò avere una copia del modulo.
Da noi si può' scaricare anche via internet dallo spazio del Comune riservato all!ufficio turismo.SalutiSilvana
Re: Affitto per vacanze
da roberto Petruzzi
il 28/04/2014 a 17:27:45
Rispondere | Rispondere e citare
La ringrazio.

Cordialmente
Re: Affitto per vacanze
da roberto petruzzi
il 29/04/2014 a 12:56:36
Rispondere | Rispondere e citare
Avv..emili ha scritto :

Guardi in questo momento sono fuori posso solo dirle che presso il Comune l'Ufficio preposto generalmente e' quello del turismo maggiori indicazioni gliele può' dare direttamente anche la Questura, al Protocollo si va dopo per consegnare il modulo appena rientro le farò avere una copia del modulo.
Da noi si può' scaricare anche via internet dallo spazio del Comune riservato all!ufficio turismo.SalutiSilvana


Buongiorno avv.to, mi perdoni le ulteriori richieste ma è veramente siamo in un mare di confusione. le pongo tre quesiti che spero Lei abbia affrontato:
contratti di locazione in lingua inglese è ammesso farsi e sottoporli al cliente? esitono restrizioni particolari o indicazioni precise da apporre sui contratti ?

Scelta della cedolare secca. va indicato nel contratto che la scelta è cedalora secca oppure non è necessario ?

IMU: il mio commercialista sostiente che per i giorni di affitto dovrei pagare imu a valore interno e non agevolato. è vero ? oppure ci son odei limiti temporali sugli affitti che mi consentono comunque di beneficiare dell'agevolazione ?

sempre sulla richiesta al comune, nel mio comune è richiesta la presentazione della SCIA. A suo parere è necessario presentare la richiesta al comune oppure si può soprassedere? se non abbiamo capito male il problema della presentazione della domanda al comune è una esigenza della polizia che per poter accettare la registrazione della presenza di cittadini extra UE richiesta la presentza di questa domanda fatta al comune dove si destina l'abitazione principale a uso locazione turistica.

Cittadini UE, mi conferma in NON obbligo della registrazione alle forze di Pubblica sicurezza?

La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità ma in questo complesso mondo di leggi abbiamo trovato in Lei un faro che da un minimo di direzione e chiarezza.

R.Petruzzi
Re: Affitto per vacanze
da armando
il 01/05/2014 a 10:35:23
Rispondere | Rispondere e citare
Avvocato, c'è qualcosa che mi sfugge. Da un lato la legislazione vigente è quella nazionale, cui però si aggiungono norme specifiche a livello regionale o comunale che complicano le cose o rendono meno chiaro cosa è possibile da cosa non lo è. Nel Lazio e specificatamente a Roma, ad esempio, esiste la classificazione di casa vacanza, che prevede il rispetto di una serie di regole ed il pagamento di un una tantum. Ma se io volessi fittare l'immobile ai turisti, sapendo che il mio appartamento non ha i requisiti per essere classificato casa vacanza, non lo posso fare? se alla fine io dichiaro che l'immobile ha determinate caratteristiche, e il turista lo sceglie perché trova la mia offerta conveniente, dov'è il problema? o la legge regionale del lazio indica che non posso stipulare contratti d'affitto turistico perché il mio immobile non possiede i requisir per casa vacanza? ma infatti la mia non è una casa vacanza, ma un appartamento che quando sono fuori per lunghe trasferte affitto temporaneamente a una clientela selezionata.... che ne pensa?
Re: Affitto per vacanze
da Cristina
il 17/05/2014 a 22:03:37
Rispondere | Rispondere e citare
-Io ho chiamato direttamente la questura, che si occupa del portale alloggiati, ma mi hanno detto che se si tratta di case private non importa la comunicazione alla questura.
- inoltre l'agenzia delle entrate mi ha detto che per affitti inferiori di 30 giorni, non importa fare niente, solo ricevuta fiscale.
Allora...ma non dovrebbe essere uguale in tutta italia? Io parlo per Grosseto....bò...
Re: Affitto per vacanze
da aurelia
il 17/07/2014 a 11:28:45
Rispondere | Rispondere e citare
Cristina ha scritto :

-Io ho chiamato direttamente la questura, che si occupa del portale alloggiati, ma mi hanno detto che se si tratta di case private non importa la comunicazione alla questura.
- inoltre l'agenzia delle entrate mi ha detto che per affitti inferiori di 30 giorni, non importa fare niente, solo ricevuta fiscale.
Allora...ma non dovrebbe essere uguale in tutta italia? Io parlo per Grosseto....bò...


Ciao, anch'io avevo una gran confusione in merito...mi sono rivolta al commercialista e mi ha detto di fare la comunicazione alla questura, ma quando ho chiamato mi hanno risposto che per affitti di case private non è richiesta la comunicazione tramite schedine alloggiati. Io sono della prov di Bari.
speriamo bene...
Re: Affitto per vacanze
da nicola
il 14/11/2014 a 13:42:34
Rispondere | Rispondere e citare
Salve avv.to visto la sua disponibilità e gentilezza, le volevo esporre il mio problema ho una società la quale è proprietaria di alcune case in pineta costruite abusivamente con incorso richiesta di condono edilizio (abbiamo anche una licenza turistica per camping rilasciata dal comune) premetto che tuttora ci pago l'imu. Vorrei sapere io posso fittarle? Tutto l'anno visto che la questura mi richiede un certificato alloggiato rilasciato dal comune con la rispettiva documentazione dell'affittuario. Grazie
Re: Affitto per vacanze
da Avv. Emili
il 14/11/2014 a 16:41:16
Rispondere | Rispondere e citare
Per predisporsi a preparare un appartamento in affitto è necessario innanzitutto soddisfare alcuni requisiti di legge. Recentemente, ad esempio, è entrato in vigore l’obbligo di ottenere la certificazione energetica dell’immobile. La certificazione (ACE) produrrà un quadro in cui si certifica quanti Kilowatt/ora sono necessari per portare e mantenere i locali a 18°, sia in estate che in inverno (IPE, indice di prestazione energetica).

Questo dato è necessario per stabilire il prezzo del canone mensile, che può essere aumentato in caso di case con ottima classe energetica e abbassato in caso contrario. Se l’immobile è sottoposto a spese condominiali è bene informarsi presso l’amministratore circa l’ammontare medio mensile di tali spese, specialmente in caso di impianto di riscaldamento centralizzato e in presenza dell’ascensore. Gli impianti di casa devono essere a norma.
Detto questo dubito che il suo Comune le consegni il certificato necessario da portare in Questura per accedere poi al portale di comunicazione alloggiati.
Le comunicazioni delle presenze alla Questura sono obbligatorie anche per le case vacanza, camping , b&b etc... insomma tutti
Re: Affitto per vacanze
da Ezio rando
il 05/01/2015 a 15:38:17
Rispondere | Rispondere e citare
Buona Sera avv. Silvana, scrivo da taormina e gestisco due appartamenti nella formula di affitti turistici come privato senza P. Iva, mi creda solo pochi sanno quello che bisogna fare sia nei comune che nelle questure. Le dico quello che faccio io:
1contratto di affitto sempre e registrazione dello stesso solo se supera i 30giorni
2) comunicazione di cessione fabbricato va fatta sempre se trattasi di clienti extra comunitari (non importa quanti giorni permangono) e va fatta pure per i clienti che soggiorneranno per un periodo superiore a 30 giorni che fanno parte della comunita' europea.
3) negli altri casi ovvero clienti della comunita' europea con soggiorni inferiori a 30 giorni non va fatta la comunicazione di cessione fabbricati.
questo perche' gli affitti turistici sono regolati dalla legge per l'immigrazione e le attivita' turistiche dalla legge antiterrorismo.
4) marca da bollo di euro 4,00 sulla ricevuta di affitto e gli introiti li porto nella dichiarazione dei redditi.
5) pubblicizzare sempre Locazione turistica mettendo la legge di riferimento su internet e specificare nei servizi che nella seguente locazione non verranno forniti servizi centralizzati ed in particolar modo cambio biancheria, colazione e servizio di reception. In merito si e' espressa anche la cassazione che ha stabilito la differenza tra attivita' ricettive e locazioni turistiche private.
Un saluto ezio rando email ezio.rando1@aliceposta.it


Re: Affitto per vacanze
da Serena Fossati
il 17/03/2015 a 11:59:30
Rispondere | Rispondere e citare
Buongiorno,
volevo chiederle se la situazione ad oggi rimane immutata rispettto alle locazioni turistiche e se possono essere utilizzati in tutti i comuni italiani o se ci sono vincoli.
Grazie,
Serena
Re: Affitto per vacanze
da Serena Fossati
il 17/03/2015 a 12:00:39
Rispondere | Rispondere e citare
Avv. Silvana Emili ha scritto :

Anch'Io Utilizzo Mediavacanze per affittare un mio appartamento.
Posso darvi queste precisissime indicazioni per essere in regola e non incorrere in sanzioni di sorta:
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati indicando i mesi in cui si vuole fare l'affitto turistico ( non si possono superare 6 mesi dopo diventa professione...: affittacamere etc.. e ci vuole la P.Iva)
-2) con la dichiarazione del Comune in copia andare alla Questura ed effettuare all'Ufficio alloggiati la registrazione in quanto obbligatoria la comunicazione delle persone presenti, va fatta in via telematica e vi daranno una password specifica ( vale per 1 anno poi va rifatta)
-3) ritirare presso l'Ufficio I.A.T. ( quello del turismo) della vostra città le apposite schedine per la dichiarazione degli alloggiati alla Regione ai fini statistici( la macata osservanza comporta in caso di accertamento sanzioni..)
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€
-6) i redditi da locazione turistica vanno inclusi nella dichiarazione dei redditi e documentati con il contratto e le ricevute...
questo e quanto
Cordialmente Avv. Silvana Emili


Buongiorno,
volevo chiederle se la situazione ad oggi rimane immutata rispettto alle locazioni turistiche e se possono essere utilizzati in tutti i comuni italiani o se ci sono vincoli.
Grazie,
Serena
Re: Affitto per vacanze
da avv.emili
il 17/03/2015 a 12:20:56
Rispondere | Rispondere e citare
per quanto riguarda la provincia di Pesaro anche i gestori di case private che affittano saltuariamente devono fare comunicazione alla Questura e mi sembra che tutta Italia sia così poi regolatevi come credete Io lo faccio e la Questura me lo ha confermato.
puoi vedere anche questo sito per curiosità: http://www.confartigianato.ra.it/archivio/news/1704/AffittiCircolareQuesturaRavenna2014.pdf
Re: Affitto per vacanze
da placida
il 04/04/2015 a 16:19:23
Rispondere | Rispondere e citare
mi sto informando vorrei iniziare anch io ad affittare un monolocale mi hanno detto che minimo deve essere di 14m2 h,2.40 vero? siamo responsabili di incidenti nel caso avvengano nell immobile locato? grazie
Re: Affitto per vacanze
da Gaia
il 28/08/2015 a 19:25:55
Rispondere | Rispondere e citare
Buongiorno,
affitto nel comune di Firenze per brevi periodi (generalmente sotto i 30 gg), le indicazioni che seguono sono frutto di svariate consultazioni con la questura, gli uffici e il sito del Comune, due legali, il commercialista e alcuni "colleghi" che si occupano di affitti, oltre a quello che si può trovare sul web:
1 - il mio Comune non pretende nessuna dichiarazione e non impone vincoli di tempo, si può affittare per 12 mesi, è però obbligatorio pagare mensilmente la tassa di soggiorno per gli ospiti. Si può fare on line, la procedura è un po' complessa (se servono dettagli chiedete pure).
2 - Per affitti turistici inferiori a 29 gg non è richiesto un contratto. Per chi affitta tramite passaparola consiglio comunque di farlo, senza registrarlo. Invece per chi usa solo siti specializzati non dovrebbe essere necessario il contratto, considerato che anche l'ospite sottoscrive le condizioni di locazione imposte dal sito.
3 - la comunicazione in Questura deve essere fatta solo per gli ospiti extra comunitari che risiedono meno di 29 gg. Se infatti la locazione supera i 30 gg è d'obbligo fare e registrare il contratto e quindi sarà l'Agenzia delle Entrare a comunicare alla Questura i dati dell'affittuario. Ovviamente è vostra responsabilità farvi dare copia di un documento di tutti gli ospiti, bambini compresi. Nella malaugurata ipotesi di un problema, dire alla Polizia "mi ha detto di essere cittadino comunitario quindi non gli ho chiesto copia dei documenti" non vi salverà da eventuali conseguenze.
4 - non è necessaria la partita IVA fintanto che si affitta un massimo di 2 appartamenti di proprietà. Per essere chiari, se avete 3 immobili vostri o se affittate anche solo un immobile di qualcun'altra (praticamente un subaffitto) dovete avere la partita IVA.
5 - a Firenze non occorre avere una licenza per gli appartamenti fuori dal centro storico, invece per quelli all'interno del centro il regolamento comunale prevedere una specifica autorizzazione.

Spero queste informazioni possano essere utili!
Re: Affitto per vacanze
da Eleonora
il 24/09/2015 a 23:42:42
Rispondere | Rispondere e citare
Gaia ha scritto :

Buongiorno,
affitto nel comune di Firenze per brevi periodi (generalmente sotto i 30 gg), le indicazioni che seguono sono frutto di svariate consultazioni con la questura, gli uffici e il sito del Comune, due legali, il commercialista e alcuni "colleghi" che si occupano di affitti, oltre a quello che si può trovare sul web:
1 - il mio Comune non pretende nessuna dichiarazione e non impone vincoli di tempo, si può affittare per 12 mesi, è però obbligatorio pagare mensilmente la tassa di soggiorno per gli ospiti. Si può fare on line, la procedura è un po' complessa (se servono dettagli chiedete pure).
2 - Per affitti turistici inferiori a 29 gg non è richiesto un contratto. Per chi affitta tramite passaparola consiglio comunque di farlo, senza registrarlo. Invece per chi usa solo siti specializzati non dovrebbe essere necessario il contratto, considerato che anche l'ospite sottoscrive le condizioni di locazione imposte dal sito.
3 - la comunicazione in Questura deve essere fatta solo per gli ospiti extra comunitari che risiedono meno di 29 gg. Se infatti la locazione supera i 30 gg è d'obbligo fare e registrare il contratto e quindi sarà l'Agenzia delle Entrare a comunicare alla Questura i dati dell'affittuario. Ovviamente è vostra responsabilità farvi dare copia di un documento di tutti gli ospiti, bambini compresi. Nella malaugurata ipotesi di un problema, dire alla Polizia "mi ha detto di essere cittadino comunitario quindi non gli ho chiesto copia dei documenti" non vi salverà da eventuali conseguenze.
4 - non è necessaria la partita IVA fintanto che si affitta un massimo di 2 appartamenti di proprietà. Per essere chiari, se avete 3 immobili vostri o se affittate anche solo un immobile di qualcun'altra (praticamente un subaffitto) dovete avere la partita IVA.
5 - a Firenze non occorre avere una licenza per gli appartamenti fuori dal centro storico, invece per quelli all'interno del centro il regolamento comunale prevedere una specifica autorizzazione.

Spero queste informazioni possano essere utili!


Buonasera Gaia, spero che legga questo messaggio.
Anche io sono di Firenze. Sto iniziando ad affittare dei mini appartamenti di mia proprietà, ma le informazioni che trovo a giro sono molto discordanti tra loro, ed è difficile fare luce...
Il suo post era però molto preciso, e quindi se mi posso permettere avrei delle domande da farle.

La tassa di soggiorno si paga solo fino alla settima notte di locazione dello stesso ospite?

Il limite massimo di 2 appartamenti da poter locare senza dover aprire partita iva includono anche la prima casa sulla quale si ha la residenza?

Si può affittare anche la casa di residenza?

Per quanto riguarda la necessità di licenze od autorizzazioni particolari, cosa si intende per il "centro"? La ztl? Quali sono i limiti geografici?

E' necessario oppure no applicare una marca da bollo sulle ricevute? La ricevuta va lasciata ad ogni ospite o è sufficiente inserirla nella propria dichiarazione di redditi di fine anno?

Grazie mille di tutte le informazioni!
Re: Affitto per vacanze
da Riccardo
il 13/10/2015 a 15:01:55
Rispondere | Rispondere e citare
Ciao Gaia!

Potresti darmi maggiori indicazioni circa "a Firenze non occorre avere una licenza per gli appartamenti fuori dal centro storico, invece per quelli all'interno del centro il regolamento comunale prevedere una specifica autorizzazione."

Grazie!

Riccardo
Re: Affitto brevi per vacanze
da stefania
il 30/11/2015 a 23:12:00
Rispondere | Rispondere e citare
sei stata molto chiara ,ma vorrei sapere, se lo sai, a quanto ammonta la tassa di soggiorno a firenze e se la devono pagare anche i minori
Re: Affitto per vacanze
da Manu
il 06/02/2016 a 08:33:44
Rispondere | Rispondere e citare
Salve, io avevo intenzione di affittare ad uso turistico un appartamento di famiglia. La situazione della Sicilia è complessa. La regione non aderisce alla legge naxionale ed alla provincia mi hanno detto che per quanto riguarda la casavacanze si può fare soli in forma imprenditoriale con tanto di partita iva. Consigliavano altrimenti il b&b. Stia attento per la comunicazione in questura: non si tratta di cessione di fabbricato, ma di schedine alloggiati che sono obbligatorie ai sensi del Tulps per OGNI attività ricettiva. Si informi direttamente in questura a Messina
Re: Affitto per vacanze
da Manu
il 06/02/2016 a 08:35:19
Rispondere | Rispondere e citare
Ezio rando ha scritto :

Buona Sera avv. Silvana, scrivo da taormina e gestisco due appartamenti nella formula di affitti turistici come privato senza P. Iva, mi creda solo pochi sanno quello che bisogna fare sia nei comune che nelle questure. Le dico quello che faccio io:
1contratto di affitto sempre e registrazione dello stesso solo se supera i 30giorni
2) comunicazione di cessione fabbricato va fatta sempre se trattasi di clienti extra comunitari (non importa quanti giorni permangono) e va fatta pure per i clienti che soggiorneranno per un periodo superiore a 30 giorni che fanno parte della comunita' europea.
3) negli altri casi ovvero clienti della comunita' europea con soggiorni inferiori a 30 giorni non va fatta la comunicazione di cessione fabbricati.
questo perche' gli affitti turistici sono regolati dalla legge per l'immigrazione e le attivita' turistiche dalla legge antiterrorismo.
4) marca da bollo di euro 4,00 sulla ricevuta di affitto e gli introiti li porto nella dichiarazione dei redditi.
5) pubblicizzare sempre Locazione turistica mettendo la legge di riferimento su internet e specificare nei servizi che nella seguente locazione non verranno forniti servizi centralizzati ed in particolar modo cambio biancheria, colazione e servizio di reception. In merito si e' espressa anche la cassazione che ha stabilito la differenza tra attivita' ricettive e locazioni turistiche private.
Un saluto ezio rando email ezio.rando1@aliceposta.it




Salve, io avevo intenzione di affittare ad uso turistico un appartamento di famiglia. La situazione della Sicilia è complessa. La regione non aderisce alla legge naxionale ed alla provincia mi hanno detto che per quanto riguarda la casavacanze si può fare soli in forma imprenditoriale con tanto di partita iva. Consigliavano altrimenti il b&b. Stia attento per la comunicazione in questura: non si tratta di cessione di fabbricato, ma di schedine alloggiati che sono obbligatorie ai sensi del Tulps per OGNI attività ricettiva. Si informi direttamente in questura a Messina
Re: Affitto per vacanze
da elisa C
il 29/03/2016 a 16:01:34
Rispondere | Rispondere e citare
Manu ha scritto :

Ezio rando ha scritto :

Buona Sera avv. Silvana, scrivo da taormina e gestisco due appartamenti nella formula di affitti turistici come privato senza P. Iva, mi creda solo pochi sanno quello che bisogna fare sia nei comune che nelle questure. Le dico quello che faccio io:
1contratto di affitto sempre e registrazione dello stesso solo se supera i 30giorni
2) comunicazione di cessione fabbricato va fatta sempre se trattasi di clienti extra comunitari (non importa quanti giorni permangono) e va fatta pure per i clienti che soggiorneranno per un periodo superiore a 30 giorni che fanno parte della comunita' europea.
3) negli altri casi ovvero clienti della comunita' europea con soggiorni inferiori a 30 giorni non va fatta la comunicazione di cessione fabbricati.
questo perche' gli affitti turistici sono regolati dalla legge per l'immigrazione e le attivita' turistiche dalla legge antiterrorismo.
4) marca da bollo di euro 4,00 sulla ricevuta di affitto e gli introiti li porto nella dichiarazione dei redditi.
5) pubblicizzare sempre Locazione turistica mettendo la legge di riferimento su internet e specificare nei servizi che nella seguente locazione non verranno forniti servizi centralizzati ed in particolar modo cambio biancheria, colazione e servizio di reception. In merito si e' espressa anche la cassazione che ha stabilito la differenza tra attivita' ricettive e locazioni turistiche private.
Un saluto ezio rando email ezio.rando1@aliceposta.it




Salve, io avevo intenzione di affittare ad uso turistico un appartamento di famiglia. La situazione della Sicilia è complessa. La regione non aderisce alla legge naxionale ed alla provincia mi hanno detto che per quanto riguarda la casavacanze si può fare soli in forma imprenditoriale con tanto di partita iva. Consigliavano altrimenti il b&b. Stia attento per la comunicazione in questura: non si tratta di cessione di fabbricato, ma di schedine alloggiati che sono obbligatorie ai sensi del Tulps per OGNI attività ricettiva. Si informi direttamente in questura a Messina


Ma come fate per versare l'imposta di soggiorno?
Re: Affitto per vacanze
da renato
il 29/04/2016 a 15:36:10
Rispondere | Rispondere e citare
sono proprietario di un appartamento a napoli che vorrei fittare ad uso turistico per fitti brevi non oltre i 3o gg.Come devo comportarmi relativamente alla denuncia di cessione di fabbricato per la Pubblica Sicurezza? grazie
Re: Affitto per vacanze
da Salvatore
il 14/08/2017 a 11:04:10
Rispondere | Rispondere e citare
Gentilissima Avv. Silvana Emili

Mi chiamo Salvatore ed anch'io vorrei intraprendere la strada dell'affittare parte della mia casa per periodo turistico ( Sardegna). Inerente ai punti da lei qui sopra indicati. Nel merito del punto
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati - quale dichiarazione nello specifico?
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione - in questo caso il contratto di locazione turistica è fattibile scaricarlo da internet o riesce gentilmente ad inviarmi qualcosa per avere un idea?
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€ - l'originale con marca da bollo rimarrebbe a me ed al cliente solo una copia?

Grazie anticipatamente

Salvatore
Re: Affitto per vacanze
da Salvatore
il 14/08/2017 a 11:05:54
Rispondere | Rispondere e citare
Gentilissima Avv. Silvana Emili

Mi chiamo Salvatore ed anch'io vorrei intraprendere la strada dell'affittare parte della mia casa per periodo turistico ( Sardegna). Inerente ai punti da lei qui sopra indicati. Nel merito del punto
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati - quale dichiarazione nello specifico?
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione - in questo caso il contratto di locazione turistica è fattibile scaricarlo da internet o riesce gentilmente ad inviarmi qualcosa per avere un idea?
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€ - l'originale con marca da bollo rimarrebbe a me ed al cliente solo una copia?

Grazie anticipatamente

Salvatore

Ultimo aggiornamento della pagina: Mon, 18 Dec 2017 17:41:50 +0100