La mia Wishlist
Account vacanziere

Dichiarazione dei redditi

Affittuario

Tutti i forum sulle case vacanza > Dichiarazione dei redditi > Affittuario

Affittuario

Affittuario
da Giovanna
il 14/08/2013 a 15:38:37
Rispondere | Rispondere e citare
Avrei una domanda, cè qualcuno che sa come comportarsi con la dichiarazione dei redditi relativi all'affitto stagionale? Bisogna dichiararli o sono esenti?
Re: Affittuario
da Massimo
il 14/08/2013 a 18:19:58
Rispondere | Rispondere e citare
Certo che bisogna dichiararli nella dichiarazione dei redditi dell'anno successivo. L'unica cosa facoltativa è la registrazione, presso l'agenzia delle entrate, del contratto, dato che i contratti sotto un determinato perdiodo di giorni,appunto, non si registrano obbligatoriamente.
Re: Affittuario
da Giovanna
il 14/08/2013 a 21:37:20
Rispondere | Rispondere e citare
Massimo ha scritto :

Certo che bisogna dichiararli nella dichiarazione dei redditi dell'anno successivo. L'unica cosa facoltativa è la registrazione, presso l'agenzia delle entrate, del contratto, dato che i contratti sotto un determinato perdiodo di giorni,appunto, non si registrano obbligatoriamente.


Grazie Massimo, quindi tu li indichi nel mod. 730; in che parte? e come vengono tassati poi?
Re: Affittuario
da Avv. Silvana Emili
il 27/09/2013 a 13:01:42
Rispondere | Rispondere e citare
Anch'Io Utilizzo Mediavacanze per affittare un mio appartamento.
Posso darvi queste precisissime indicazioni per essere in regola e non incorrere in sanzioni di sorta:
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati indicando i mesi in cui si vuole fare l'affitto turistico ( non si possono superare 6 mesi dopo diventa professione...: affittacamere etc.. e ci vuole la P.Iva)
-2) con la dichiarazione del Comune in copia andare alla Questura ed effettuare all'Ufficio alloggiati la registrazione in quanto obbligatoria la comunicazione delle persone presenti, va fatta in via telematica e vi daranno una password specifica ( vale per 1 anno poi va rifatta)
-3) ritirare presso l'Ufficio I.A.T. ( quello del turismo) della vostra città le apposite schedine per la dichiarazione degli alloggiati alla Regione ai fini statistici( la macata osservanza comporta in caso di accertamento sanzioni..)
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€
-6) i redditi da locazione turistica vanno inclusi nella dichiarazione dei redditi e documentati con il contratto e le ricevute...
questo e quanto
Cordialmente Avv. Silvana Emili
Re: Affittuario
da Buongiovanni
il 05/12/2013 a 01:40:27
Rispondere | Rispondere e citare
Avv. Silvana Emili ha scritto :

Anch'Io Utilizzo Mediavacanze per affittare un mio appartamento.
Posso darvi queste precisissime indicazioni per essere in regola e non incorrere in sanzioni di sorta:
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati indicando i mesi in cui si vuole fare l'affitto turistico ( non si possono superare 6 mesi dopo diventa professione...: affittacamere etc.. e ci vuole la P.Iva)
-2) con la dichiarazione del Comune in copia andare alla Questura ed effettuare all'Ufficio alloggiati la registrazione in quanto obbligatoria la comunicazione delle persone presenti, va fatta in via telematica e vi daranno una password specifica ( vale per 1 anno poi va rifatta)
-3) ritirare presso l'Ufficio I.A.T. ( quello del turismo) della vostra città le apposite schedine per la dichiarazione degli alloggiati alla Regione ai fini statistici( la macata osservanza comporta in caso di accertamento sanzioni..)
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€
-6) i redditi da locazione turistica vanno inclusi nella dichiarazione dei redditi e documentati con il contratto e le ricevute...
questo e quanto
Cordialmente Avv. Silvana Emili


Salve avvocato, io vivo in veneto e ho letto che la regione ha legiferato con la legge 11 del 14/06/2013, io vorrei affittare il mio appartamento a uso turistico, posso farlo come da lei descritto senza presentare scia per cambiare la destinazione d'uso da civile abitazione a uso turistico?
Grazie.
Re: Affittuario
da Avv. S.Emili
il 05/12/2013 a 12:46:22
Rispondere | Rispondere e citare
A mio avviso lei deve recarsi presso il Comune ove si trova l'immobile e cercare l'ufficio alloggiati ( ufficio turistico) e presentare il modulo che hanno a disposizione , se l'attività è saltuaria ed occasionale non è necessario cambiare la destinazione d'uso se invece riguarda tutte le settimane dell'anno la cosa diventa professionale e le consiglio di chiedere all'ufficio come regolarsi- quegli adepimenti indicati sopra valgono anche per il veneto colo che da Voi lo I.A.T si chiama S.I.R.T., vedrà che il Comune saprà darle tutte le indicazioni necessarie. cordiali saluti
Avv. S.Emili
Re: Affittuario
da isa
il 01/04/2014 a 12:00:01
Rispondere | Rispondere e citare
Buongiorno Avv. Emili,
grazie per le precise indicazioni.
Vorrei chiederle se saprebbe indicarmi come viene "tassato" il reddito percepito a titolo di affitto.
Cioè dichiarando ad esempio 5000€ di affitto realmente percepito, qual'è l'importo che verrà poi richiesto?
Inoltre, la caparra che viene richiesta per la prenotazione della casa deve essere necessariamente pari al 30€ dell'importo?
La ringrazio
Re: Affittuario
da isa
il 01/04/2014 a 12:01:41
Rispondere | Rispondere e citare
ps.intendevo al 30% dell'importo
Re: Affittuario
da avv.emili
il 01/04/2014 a 12:05:45
Rispondere | Rispondere e citare
in relazione alla tassazione occorre vedere caso per caso poiché il suddetto reddito si aggiunge agli altri redditi percepiti solo il suo consulente fiscale può dirglielo, ad es. se non si hanno altri redditi quell'importo non è affatto tassato..., in relazione alla caparra solitamente viene richiesto il 30% ma la quantificazione è libera tenga presente che la richiesta di un importo diverso potrebbe ingenerare dubbi sul cliente.Cordialmente
avv. Silvana Emili
Re: Affittuario
da isa
il 23/04/2014 a 14:46:26
Rispondere | Rispondere e citare
Buonasera,
mi trovo nuovamente a scriverle per chiarire un mio dubbio.
Io dovrei occuparmi dell'affitto della seconda casa dei miei genitori (intestata solo a mia madre), vorrei sapere se posso registrare a nome mio i contratti di affitto e se posso dichiarare i proventi nella mia dichiarazione dei redditi, per non pesare sulla loro, considerato che sono entrambi pensionati.
La ringrazio in anticipo.
Cordialità
Re: Affittuario
da avv.emili
il 23/04/2014 a 16:09:05
Rispondere | Rispondere e citare
isa ha scritto :

Buonasera,
mi trovo nuovamente a scriverle per chiarire un mio dubbio.
Io dovrei occuparmi dell'affitto della seconda casa dei miei genitori (intestata solo a mia madre), vorrei sapere se posso registrare a nome mio i contratti di affitto e se posso dichiarare i proventi nella mia dichiarazione dei redditi, per non pesare sulla loro, considerato che sono entrambi pensionati.
La ringrazio in anticipo.
Cordialità


per fare quanto da Lei indicato è necessario che preventivamente l'intestataria dell'appartamento le riconosca l'usufrutto , vale a dire un diritto reale di godimento dell'immobile.
Infatti era stata inizialmente prospettata la possibilità di ovviarvi con un semplice contratto di comodato in cui fosse riconosciuto il diritto di affittare l'immobile ma L'Agenzia delle Entrate Con la Risoluzione n. 394/E datata 22 ottobre 2008 emanata a fronte di un’ istanza di interpello, ha chiarito che il reddito fondiario derivante dalla locazione di un immobile, percepito dal comodatario, deve essere imputato al proprietario comodante.
Pertanto l'unica alternativa resta quella di essere usufruttuari.
Cordiali saluti
Avv. Silvana Emili
Re: Affittuario
da semplice ragioniere
il 19/06/2014 a 20:26:34
Rispondere | Rispondere e citare
per chi si fida troppo delle "precisissime indicazioni per essere in regola e non incorrere in sanzioni di sorta" dell' Avv. Silvana Emili
- per i pagamenti va rilasciata ricevuta con marca da € 2,00 e non da 16,00€ sulla propria
- anche se non si hanno altri redditi gli affitti sono tassati;
Re: Affittuario
da avv.silvana emili
il 20/06/2014 a 10:11:23
Rispondere | Rispondere e citare
grazie al ragioniere per il suo contributo, si è trattato di una svista infatti la marca da 16 € va sulle 2 copie dei contratti che superiori a 30 giorni sono soggetti a registrazione presso Agenzia delle entrate. Non intendo certo dare lezioni a nessuno . chiunque è libero di verificare e fare quello che crede come crede .....i miei sono solo consigli a titolo gratuito!
Re: Affittuario
da semplice ragioniere
il 26/06/2014 a 20:16:50
Rispondere | Rispondere e citare
un' altra svista, le marche da € 16 vanno apposte sui contratti (a prescindere dalla registrazione e se per un periodo inferiore o superiore ai 30 giorni) se non si sceglie la cedolare secca.
Re: Affittuario
da dotcom
il 21/07/2014 a 18:36:38
Rispondere | Rispondere e citare
Carissimo Ragioniere, Le consiglio di farsi un bel bagno di umiltà perchè sa troppo di sapientone. Troppo facile sparare a zero su chi svolge attività diverse dalla sua anche se devo dire che l'avvocato ha suggerito preziosissimi consigli. Se lo faccia dire da un dottore commercialista
Re: Affittuario
da GIONNIPG
il 28/07/2014 a 16:09:51
Rispondere | Rispondere e citare
Avv. Silvana Emili ha scritto :

Anch'Io Utilizzo Mediavacanze per affittare un mio appartamento.
Posso darvi queste precisissime indicazioni per essere in regola e non incorrere in sanzioni di sorta:
-1) andare al proprio Comune e presentare la dichiarazione all'Ufficio alloggiati indicando i mesi in cui si vuole fare l'affitto turistico ( non si possono superare 6 mesi dopo diventa professione...: affittacamere etc.. e ci vuole la P.Iva)
-2) con la dichiarazione del Comune in copia andare alla Questura ed effettuare all'Ufficio alloggiati la registrazione in quanto obbligatoria la comunicazione delle persone presenti, va fatta in via telematica e vi daranno una password specifica ( vale per 1 anno poi va rifatta)
-3) ritirare presso l'Ufficio I.A.T. ( quello del turismo) della vostra città le apposite schedine per la dichiarazione degli alloggiati alla Regione ai fini statistici( la macata osservanza comporta in caso di accertamento sanzioni..)
-4) compilate sempre per iscritto un contratto di locazione turistica inferiore a 30 gg per evitare l'obbligo di registrazione
-5) per i pagamenti va rilasciata ricevuta con applicazione sulla propria di marca da 16,00€
-6) i redditi da locazione turistica vanno inclusi nella dichiarazione dei redditi e documentati con il contratto e le ricevute...
questo e quanto
Cordialmente Avv. Silvana Emili


Buongiorno Avv. Silvana Emili
Mi trovo in Piemonte ,o provato aseguire le sue istruzioni ,al comune non sanno ! ,mi sono rivolto all'ufficio I.A.T. ,gentilmente mi a spiegato e fornito Mod.CAV da compilare e poi consegnare ...(legge regionale 15 aprile 1985 n°31 e s.m.i. REGIONE PIEMONTE).ma questo si riferisce ad una attivita , io non intendo farlo come attivita ma solo come privato .
Sul sito Regione ,la legge indicata cita che si puo gestire da privato,ma sembra sempre una attivita ? (l'alloggio non sarebbe piu una seconda casa )
Le risulta che il Piemonte non sia fattibile come da Lei spiegato
Saluti Giovanni


Re: Affittuario
da avv.emili
il 28/07/2014 a 16:42:46
Rispondere | Rispondere e citare
Non so che dirle Io non conosco la legge regionale del Piemonte , nelle Marche e precisamente nel mio Comune si procede in quel modo perché essendo zona di mare si affitta alcuni mesi d'estate come privati ed il Comune vuole che gli alloggi corrispondano a requisiti minimi sulle camere e sui bagni etc.., se l'affitto è fatto in maniera costante per brevi periodi anche inferiori alla settimana scatta la professionalità e quindi la necessità di munirsi di una P.Iva, il B&B non richiede la P.Iva ma generalmente occorre la residenza nello stesso stabile o comunque molto vicino, la cosa più importante è la comunicazione dati alla Questura e questo non può farsi se non si ottiene la Password per l'invio telematico dopo aver consegnato quel modello.Non penso Lei abbia nulla da temere compilando quel modello ciò che conta è l'occasionalità data da un periodo limitato rispetto all'arco dell'anno
Un saluto
Avv. Silvana Emili
Re: Affittuario
da Elisabetta
il 29/12/2014 a 10:24:23
Rispondere | Rispondere e citare
Buon giorno
in Piemonte non esiste una norma che regoli l'affitto di case ad uso turistico, così come in altre regioni. Si tratta solo di un affitto più breve rispetto ai classici affitti di appartamenti o case a privati. Devono essere sotto i 30 giorni e non richiedono alcuna comunicazione all'Autorità di Pubblica Sicurezza, così come invece avviene per B&B, alberghi affittacamere ecc. E' consigliabile un contratto scritto ad uso turistico che non deve essere registrato in quanto inferiore ai 30 giorni. Tutti i redditi derivanti devono essere denunciati. Si paga in funzione della propria condizione reddituale. E' applicabile la cedolare secca (dichiararlo sul contratto).
Re: Affittuario
da Lino
il 26/07/2015 a 13:32:28
Rispondere | Rispondere e citare
Elisabetta ha scritto :

Buon giorno
in Piemonte non esiste una norma che regoli l'affitto di case ad uso turistico, così come in altre regioni. Si tratta solo di un affitto più breve rispetto ai classici affitti di appartamenti o case a privati. Devono essere sotto i 30 giorni e non richiedono alcuna comunicazione all'Autorità di Pubblica Sicurezza, così come invece avviene per B&B, alberghi affittacamere ecc. E' consigliabile un contratto scritto ad uso turistico che non deve essere registrato in quanto inferiore ai 30 giorni. Tutti i redditi derivanti devono essere denunciati. Si paga in funzione della propria condizione reddituale. E' applicabile la cedolare secca (dichiararlo sul contratto).


Ecco l'unico messaggio che fotografa REALMENTE l'attuale regime fiscale ... Grazie
Re: Affittuario
da manu
il 13/01/2016 a 11:14:30
Rispondere | Rispondere e citare
scusate, sapreste indicarmi come funziona esattamente la normativa per le case vacanza in Sicilia. Vorrei effettuare la locazione in maniera privata ed occasionale, ma qualcuno mi ha detto che la Sicilia non ha recepito la legge nazionale in merito....

Ultimo aggiornamento della pagina: Fri, 23 Jun 2017 07:43:05 +0200